Visitare Podgorica

Visitare Podgorica

Podgorica

Scommettiamo che molti di voi sentono per la prima volta il nome di questa città. Effettivamente la Capitale del Montenegro è piuttosto snobbata dai turisti che seguono generalmente altre rotte ma proprio per questo una visita a Podgorica è consigliata, per godere nella massima tranquillità delle bellezze che la città offre.

Dov’è Podgorica

Il Montenegro è una delle Repubbliche che hanno ottenuto lo stato di repubblica autonoma con lo scioglimento della Jugoslavia. Questo Stato, tuttavia ha ottenuto l’indipendenza solo nel 2006 dopo che per molti anni è stato sotto il controllo della Serbia.

Nel passato del Montenegro c’è una lunga fase di dominio ottomano, poi divenne un principato e fu anche sotto occupazione italiana. Entrata a far parte della Federazione Jugoslava, decaduta questa continuò a far parte della Serbia e infine ottenne l’indipendenza.

Il Montenegro confina a sud con l’Albania con cui condivide anche parte del lago di Scutari dove si trovano numerosi Monasteri Medievali, spiagge, una straordinaria fauna soprattutto avicola che include anche il pellicano crespo.

Podgorica si trova ai piedi delle Alpi Albanesi da una parte e il mare adriatico poco distante.

Cosa vedere a Podgorica

Il Montenegro è considerato la perla dei Balcani, con paesaggi tra i più belli che puoi trovare in Europa. La Capitale Podgorica presenta numerose attrazioni turistiche che giustificano pienamente un viaggio per visitarla.

Podgorica è attraversata da due fiumi, il Moraca e il Ribnica ma a ridosso della Capitale ne scorrono altri quattro. Il momento migliore per visitarla è il periodo estivo nonostante spesso si registrino precipitazioni anche di una certa intensità, per cui è consigliato portare sempre con se l’ombrello.

Il Centro Storico di Podgorica

Com’è quasi sempre, le attrazioni turistiche di una città si concentrano soprattutto nel Centro Storico mentre le altre zone più nuove e moderne possono avere attrattive museali o di divertimento.

Podgorica non sfugge a questa norma, per cui è nel Centro Storico che troverai maggiormente le cose da vedere ma non solo. In questa parte antica della città è più che evidente l’influenza ottomana e gli edifici medievali della città.

Nella città vecchia trovi, ad esempio, la torre dell’Orologio, costruita dagli Ottomani. Shat Kula, questo il suo vero nome, rappresenta uno dei simboli di Podgorica ed è il punto di incontro preferito dagli abitanti. La torre è uno dei pochi edifici che si sono salvati dalla distruzione della seconda guerra mondiale.

La Cattedrale della Resurrezione

Il Montenegro dal punto di vista religioso vede una presenza minoritaria di musulmani, il 18% circa, mentre la religione predominante è la Cristiana Ortodossa. La Cattedrale di Podgorica è, per l’appunto, ortodossa ed è la Cattedrale più importante di tutti i Balcani.

Costruita a partire dal 1993, ha richiesto 20 anni per il suo completamento. Colpisce lo stile che è un misto di Bizantino, medievale e romanico. Gli edifici ortodossi sono caratterizzati dalla ricchezza delle decorazioni, per cui una visita ad una Chiesa ortodossa è sempre piacevole, ancora di più alla Cattedrale di Podgorica

Da vedere anche il ponte sul fiume Moraca, il Millenium Bridge, costruito nel 2005 e che ricorda un po’ nella sua architettura il più celebre ponte londinese. In antitesi a tanta modernità da ammirare anche il ponte antico, in pietra, sull’altro fiume cittadino il Ribnica.

San Geoge Church e Monastero di Ostrog

Da non mancare la visita all’ontica Chiesa ortodossa, la più antica della città, la San George Church, alle pendici del monte Gorica e al Monastero di Ostrog, un Monastero punto di pellegrinaggio e che è assolutamente da ammirare per la sua posizione, incastonato nella roccia sulla rupe do Ostroska Greda.

Questo Monastero è particolare per la sua architettura e risalta particolarmente sulle rocce in cui è incastonato per il suo colore bianco che lo porta in risalto inevitabile agli occhi dei visitatori. La visita a questo monastero ti porta in un’oasi di pace e silenzio che induce alla meditazione.

admin

Lascia un commento