Cosa vedere a Hammamet

Cosa vedere a Hammamet

La Tunisia è un Paese del Nord Africa ricco di storia, cultura e bellezze sia naturali che urbane. Se non sei mai stato in Tunisia è ora di pensare ad un bel viaggio in una delle tante località che ben meritano una visita.

Perché andare in Tunisia

La Tunisia ha un paesaggio estremamente variegato. Trovi aree verdi e fertili dove si trovano molte piantagioni di frutta, agrumi, cedri e tante palme mentre in altre aree ti trovi nell’aspro paesaggio del deserto.

Sparse nella Tunisia vi sono molte città che meritano assolutamente una visita per la loro architettura, per la loro bellezza particolare anche con forti caratterizzazioni religiose, le cosiddette “Città Sante”.

La Tunisia è stata anche duramente colpita da atti terroristici che hanno provocato morte e dolore a tante persone e hanno danneggiato gravemente il turismo, una fonte economica importante per il Paese.

La situazione ora è stabilizzata e i turisti sono tornati in massa, attratti dalle bellezze e dal mare eccezionale in cui immergersi ma anche per la convenienza economica sia del viaggio che del soggiorno.

Come arrivare in Tunisia

La Tunisia non è poi tanto distante dall’estremità dell’Italia: solo 150 Km di mare la dividono dalle coste siciliane per cui anche arrivare con una nave non è così disagevole ma certamente l’aereo è il mezzo migliore.
Molte compagnie Low Cost offrono rotte verso la Tunisia e la stessa Tunisair offre tariffe vantaggiose. Conviene comunque affidarsi ad un Tour Operator per godere anche dell’assistenza sul luogo che, talvolta, è più che utile.

Visitare Hammamet

Hammamet è una città nella parte settentrionale della Tunisia, nota certamente per il suo mare stupendo che troppo spesso mette in secondo piano la bellezza della città, le sue particolarità. Hammamet è anche nota per essere stata la città in cui, a seguito di vicende giudiziarie, si rifugiò il Leader politico Bettino Craxi e in quella città giunse al termine dei suoi giorni.

Un mare stupendo, dicevamo, con ombrelloni di paglia e una sabbia finissima che contrasta con le sfumature azzurre, verdi, turchine del mare. Vogliamo, però, discostarci dal mare e raccontare la città.

La Medina di Hammamet

La Medina di Hammamet è considerata la più bella della Tunisia: vicoli strettissimi, stradine che l’attraversano costeggiate da muri bianchissimi delle case intervallati da porte azzurre.

La Medina è il cuore pulsante della città, vi si respira quell’aria particolare, un mix di orientale e occidentale e mille occhi che osservano, benevolmente, curiosi, il tuo passaggio.

Non si contano i bambini che ti seguiranno per un certo tragitto nella tua visita, speranzosi che regali loro una caramella, una penna, qualcosa che li farà felici in totale semplicità.
All’interno della Medina si trova la Kasbah, una fortificazione costruita in tempi antichi per difendere la città da attacchi nemici, particolarmente via mare.

Visita culturale

Proponiamo, quindi, una visita al Museo del Costume in cui sono esposti e conservati costumi utilizzati un tempo tradizionalmente che parlano tanto di una profonda cultura che arriva fino ai nostri giorni.

Non vogliamo proporre le solite visite ai soliti musei sebbene non manchino e siano anche parecchio interessanti. Partiamo dalla considerazione che visitare una località sia anche un modo per incontrare usi e tradizioni diverse dalle nostre.

Nello stesso museo si possono anche ammirare numerosi vestiti da sposa un tempo usati ad Hammamet e nei suoi dintorni.

L’area archeologica di Pupput

Appena fuori città si trova il sito archeologico di Pupput che merita certamente una visita. In questo sito moltissimi reperti ritrovati nell’area dimostrano come Hammamet fosse già una città importante in epoca Romana. Vi si ritrovano, infatti, reperti sia locali che tipicamente Romani.

Per capire un popolo non si può prescindere dalla cucina locale: piatti a base di carne di agnello, di pecora, pollo e talvolta cammello, accompagnati invariabilmente da ottime verdure stuzzicheranno il palato e sazieranno lo stomaco.

Attenzione: ricorda che ti trovi in un Paese musulmano, non chiedere piatti con carne di maiale.

admin

Lascia un commento