Ti trovi in: Home / Bella Italia / Regione Lazio / Prov. RM / Roma / basilica di san giovanni e paolo

Bella Italia informazioni per le vacanze - BASILICA DI SAN GIOVANNI E PAOLO

Leggi altri articoli per Roma - leggi articoli per la provincia di (RM) - leggi artcoli per la Regione Lazio
Moduli Ricerca
scrivi una Cittā Italiana
Scegli la regione:


Calcola
il percorso per
Roma

Roma
Comune di

Roma


Cerca per nome art.:

BASILICA DI SAN GIOVANNI E PAOLO

La basilica dei Santi Giovanni e Paolo č situata sul colle Celio ed č stata costruita su una casa Romana di due piani e ne conserva sia gli affreschi dell'epoca romana che del medioevo.

La Basilica dei Santi Giovanni e Paolo vista dal Palatino
Art. 70/lc07
Cat. Cultura
Cittā: Roma
Provincia: RM
Regione: Lazio
Maggiori informazioni

Foto:
La Basilica dei Santi Giovanni e Paolo vista dal Palatino
(link)
Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported License.
     

Venne eretta a partire dal 398 dal senatore Bizante o da suo figlio Pammachio sul sito di un edificio, databile tra il I e il II secolo, utilizzato prima come domus ecclesiae da una comunità cristiana e poi divenuta sepoltura dei martiri Giovanni e Paolo: la tradizione afferma che questa fosse l'abitazione dei due santi fratelli, che avrebbero subito il martirio proprio al suo interno nel 362, durante il regno dell'imperatore Flavio Claudio Giuliano; le fonti più accreditate sostengono invece che più probabilmente l'edificio apparteneva alla famiglia del fondatore, Pammachio; la chiesa viene citata per la prima volta negli atti di un sinodo celebrato da papa Simmaco nel 499 con il nome di Titulus Pammachii, o anche Titulus Byzantii.

La chiesa originaria venne danneggiata dai Visigoti di Alarico I durante il sacco di Roma (410), poi da un terremoto nel 442 e venne infine saccheggiata dai Normanninel 1084. Il Papa Pasquale II (1099 - 1118) ne promosse i lavori di restauro, vi aggiunse il campanile e il portico, che sostituì l'originarionartece. L'edificio fu continuamente rimaneggiato nei secoli successivi; in particolare furono notevoli gli interventi promossi nel 1715 dalcardinale Fabrizio Paolucci. Ha assunto l'attuale fisionomia nel 1951, quando il cardinale Francis Joseph Spellman ne ha fatto ripristinare la facciata paleocristiana.

La chiesa oggi possiede al suo interno la tomba di san Paolo della Croce, ed è officiata dai padri Passionisti.

L'interno, a tre navate, divise da pilastri affiancate alle originali colonne, mantiene poco dell'aspetto originario. La basilica attuale, che aveva incorporato il più antico titulus e gli edifici adiacenti, venne costruita a più fasi ravvicinate, scoperte dall'analisi delle tecniche murarie. La prima fase è in opus mixtum e venne interrotta; la seconda usò il laterizio.

La navata è lunga 44,30 metri ed ampia 14,68, con navatelle larghe 7,40. La separazione tra le navate era effettuata tramite dodici colonne che reggevano tredici archi. In quel periodo venne aggiunta l'abside con quattro grandi finestre e vennero tamponate le finestre delle navatelle; al posto di esse ne vennero aperte tredici più altrettanti oculi nel cleristorio; la navata centrale assumeva quindi un aspetto slanciato e luminoso. La facciata era caratterizzata da una serie di arcate sormontate in alto da cinque finestre. I resti della decorazione a mosaico, dell'affresco e dello stucco dell'abisde e della zona oltre le arcate si trovano in un piccolo museo della basilica.


Tratto da: "Wikipedia, l'enciclopedia libera" del 28/10/2011 22:57:58
http://it.wikipedia.org/wiki/Basilica_dei_Santi_Giovanni_e_Paolo

Licenza Creative Commons
Questa opera č distribuita con
licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.





Pubblicato da:

Di' che piace anche a te, prima di tutti i tuoi amici!!


copia il Link:


Stai visitando basilica di san giovanni e paolo per le tue vacanze a Roma provincia di RM regione Lazio

[BellaItalia-vacanza.it non garantisce la validitā dei contenuti dell'articolo.]


Per le tua vacanza a Roma prenota:
Desideri pubblicare un testo su altre straordinarie bellezze della Cittā di Roma da vedere, visitare e vivere.
Scrivi un articolo